Elena

Elena, devo parlarti del concetto della mia vita in te come prospettiva futura del tuo essere.

Tu sei collegata a me da una cellula divina che si chiama spirito; è questo tuo spirito che è aperto a me nella sua intera totalità. Non dimenticare mai che DIO vede la tua anima e sa; la tua mente registra, la nostra è.

Chi sei?

Sono la metamorfosi della tua mente, sono la luce eterna, sono il principio e la fine, sono l’alfa e l’omega, sono colui che è. In te mi sono compiaciuto come mente terrena e universale, quando la tua memoria sente le nostre parole contatta l’infinito di DIO, e quando senti le parole di DIO senti tutto l’universo.

Cosa devo intendere?

Che la tua anima è in me prima di tutti i secoli e prima del mio principio eterno che ho voluto per voi. La notte dell’avvento avevo tra le mie mani la vostra vita, ma non ho voluto darvi la morte eterna, per questo ho costruito il principio che si è tramutato in voi come corpo e mente, e so che questo ti sembra strano, ma il mio apparire siete voi tutti, e come le rondini solcano le vie del cielo, voi sarete partecipi del mio Regno inviolato dal male. Sono il principio di ogni essere e inseguo il vostro sogno che non si spegnerà mai, poiché la mia vita è eterna in tutti voi.

Sei DIO?

Sono il Verbo, la Luce, l’emisfero di ogni mente e sono ancora di più la vita che verrà.  

La tua anima è nel mio infinito e in verità tu vedrai la mia luce che appartiene a tanti altri, ma solo chi sa può convertire. Beati gli ignudi perché vedranno DIO, beati quelli che saranno tartassati per la loro fede perché avranno la mia felicità, beati coloro i quali sapranno donare amore perché ne avranno, e beati i convertiti perché avranno il Regno del mio domani. Tutti potrete accedere alla mia fonte che è da sempre fonte infinita di mio PADRE.

I miei profeti biblici furono scelti in funzione di quei tempi, allora andavano bene così; a nulla vale che voi crediate alle scritture se non imparate a comprendere che quegli scritti erano dettati per quei tempi. Ora con l’avvento della scienza mi è consentito spingermi oltre e posso dire cose nuove, molto più di quanto abbia potuto dire allora. Per questo istruisco i miei nuovi profeti a parlare il linguaggio più confacente ai vostri tempi che dichiarate moderni.

Ti farò vedere che la mia linfa ti appartiene come la primaria casa del mio essere, ti informerò sui miei eventi e ti dirò cose inerenti alla terra. La tua mente è un ponte radio perfetto dove i miei Angeli verranno a depositare le mie e le loro memorie……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *